IL GIRO DEL MONDO IN 80 LIBRI. Viaggio tra i successi editoriali contemporanei

12,00

 

ACQUISTA

 

Descrizione

 

IL GIRO DEL MONDO IN 80 LIBRI

Viaggio tra i successi editoriali contemporanei


Presentazione di Valentina Fortichiari

Edizioni Santa Caterina
collana “Quaderni del Master in editoria”, pp. 608

ISBN 978-88-96120-16-3

EURO  22.00

 

PRESENTAZIONE VIDEO 

 

Mongolfiera è, secondo il vocabolario, un «aerostato costituito da un pallone che viene tenuto in volo dall’aria calda». L’aerostato è questo libro e l’aria è il desiderio di sorvolare il mondo attraverso la lettura. Ecco un originale percorso attraverso 80 casi editoriali, in cui s’intrecciano storie letterarie di successi, tirature, copertine e stroncature. Che cosa hanno in comune Addio alle armi di Hemingway e Gomorra di Saviano? Che cosa avvicina Chiedi alla polvere di Fante a Harry Potter della Rowling? Un volume per viaggiare stando seduti in poltrona, senza data prevista per il rientro a casa. Con una presentazione di Valentina Fortichiari.

 

SOMMARIO E PRESENTAZIONE

 

SOMMARIO

 

TESTI INTRODUTTIVI

Presentazione (Valentina Fortichiari)

Premessa

 

IL GIRO DEL MONDO IN 80 LIBRI

 

America

 

Da qualche parte, oltre l’arcobaleno. Il meraviglioso mago di Oz di Lyman Frank Baum
(Giada Sacchetti)

 

Storia di un mito, storia di un uomo. Il grande Gatsby di Francis Scott Fitzgerald (Marta Seminari)

 

Un groviglio di ricordi e fantasia. Addio alle armi di Ernest Hemingway (Michela Milani)

 

Morire come città, rinascere uomo. Tropico del Cancro di Henry Miller (Samuele Parravicini)

 

Un cult “impolverato”. Chiedi alla polvere di John Fante (Ivana Carnevale)

 

La forza di una storia di rottura. Il giovane Holden di Jerome David Salinger (Chiara Bertino)

 

I sessant’anni della Fenice. Fahrenheit 451 di Ray Bradbury (Alessandra Padovan)

 

Una strada lunga trentasei metri. Sulla strada di Jack Kerouac (Ludovica Santoro)

 

«Il mio famoso libro di Dresda». Mattatoio n. 5 di Kurt Vonnegut (Giulia Lubian)

 

Un libro dalla violenza sostenibile. Fight Club di Chuck Palahniuk (Francesco Palmieri)

 

Seymour Levov! Rima con… «Love!»… Pastorale americana di Philip Roth (Benedetta Casella)

 

Quante storie si nascondono dietro a uno sguardo. La ragazza con l’orecchino di perla di Tracy Chevalier (Francesca Albergo)

 

Andando giù verso la città del destino. Quella sera dorata di Peter Cameron (Silvia Vincelli)

 

Il “codice” del successo. Il codice da Vinci di Dan Brown (Chiara Bertino)

 

Si può ancora essere bambini a New York? Molto forte, incredibilmente vicino di Jonathan Safran Foer (Veronica Bonalumi)

 

La «vita in presa diretta» conquista l’Italia. La versione di Barney di Mordecai Richler (Valeria Auzino)

 

«Luoghi da sempre familiari e misteriosi». L’Aleph di Jorge Luis Borges (Francesco Palmieri)

 

Mia moglie m’ha piantato. Il gioco del mondo (Rayuela) di Julio Cortázar (Stefano Costa)

 

Non il solito tango. Triste, solitario y final di Osvaldo Soriano (Francesca Zara)

 

A merenda con dona Flor. Dona Flor e i suoi due mariti di Jorge Amado (Valeria Parise)

 

«Ascolta il tuo cuore, esso conosce tutte le cose». L’alchimista di Paulo Coelho (Giada Sacchetti)

 

«Un romanzo vivo». Cent’anni di solitudine di Gabriel García Márquez
(Francesco Palmieri)

 

La casa della fortuna. La casa degli spiriti di Isabel Allende (Marta Seminari)

 

Il volo della gabbianella. Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare di Luis Sepúlveda (Giulia Lubian)

 

Africa

 

Partire, ritornare. Creatura di sabbia di Tahar Ben Jelloun (Samuele Parravicini)

 

Una primavera che non verrà. Le rondini di Kabul di Yasmina Khadra (Veronica Bonalumi)

 

Rivoluzione africana. Il crollo di Chinua Achebe (Elena Marigo)

 

L’Africa arriva in Occidente. Gli interpreti di Wole Soyinka (Alessandra Padovan)

 

Non solo leader politico, ma scrittore da tradurre. Sozaboy di Ken Saro-Wiwa (Giulia Bernardini)

 

Il mondo taceva, noi morivamo. Metà di un sole giallo di Chimamanda Ngozi Adichie
(Raffaele Deantoni)

 

La lingua del padrone. Il conservatore di Nadine Gordimer (Raffaele Deantoni)

 

Un libro di frontiera. Vergogna di John Maxwell Coetzee (Francesca Zara)

 

Mappa dei cunicoli della mente umana. Vicolo del mortaio di Nagib Mahfuz (Sara Ibrahim)

 

Europa

 

Il mal bianco. Cecità di José Saramago (Valeria Parise)

 

Best seller o libro di penna? L’ombra del vento di Carlos Ruiz Zafón (Ivana Carnevale)

 

Alla fine del fiume. Cuore di tenebra di Joseph Conrad (Jacopo Orlando)

 

Il successo della maturità. Le onde di Virginia Woolf (Chiara Bertino)

 

«L’ignoranza è forza». 1984 di George Orwell (Giorgio Berruto)

 

Nascita di un’icona pop: James Bond. Casino Royale di Ian Fleming (Elena Marigo)

 

Il bambino geriatrico. La fabbrica di cioccolato di Roald Dahl (Sara Di Rosa)

 

Scrivere con un altro nome. Il diario di Jane Somers di Doris Lessing (Margherita Vecchiati)

 

Un libro da favola. Harry Potter e la pietra filosofale di Joanne Kathleen Rowling
(Nadia Pestelli)

 

Un viaggio per ritrovare la propria stella. Il piccolo principe di Antoine de Saint-Exupéry (Heidi Iuorno)

 

Piccola anima, smarrita e soave… Memorie di Adriano di Marguerite Yourcenar
(Benedetta Casella)

 

Sulla soglia del giallo. La fata carabina di Daniel Pennac (Sofia Scartezzini)

 

Best seller in portineria. L’eleganza del riccio di Muriel Barbery (Giulia Di Girolamo)

 

L’ironia della sorte. Siddhartha di Hermann Hesse (Giulia Bernardini)

 

Mille grazie, signor Rossi. Il tamburo di latta di Günter Grass (Stefano Costa)

 

Rispettare l’enigma. La morte della Pizia di Friedrich Dürrenmatt (Elena Gazzin)

 

Raccontare l’orrore per non dimenticare. Se questo è un uomo di Primo Levi (Alessandra Padovan)

 

Un caso editoriale controverso. Il Gattopardo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa

Semaforo blu alla fantasia. Favole al telefono di Gianni Rodari (Sara Di Rosa)

 

Un figlio di carta, frutto di una disubbidienza. Lettera a un bambino mai nato di Oriana Fallaci (Michela Milani)

 

Un best seller per medievisti. Il nome della rosa di Umberto Eco (Elena Bracchi)

 

Da Napoli al mondo: la camorra si diffonde. Gomorra di Roberto Saviano (Francesca Albergo)

 

Un capolavoro salvato dalle fiamme. Il processo di Franz Kafka (Elena Marigo)

 

Un romanzo in esilio. L’insostenibile leggerezza dell’essere di Milan Kundera (Elena Bracchi)

 

Una bambina, una forza della natura. Pippi Calzelunghe di Astrid Lindgren (Veronica Bonalumi)

 

Se un giorno qualsiasi in libreria. Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve di Jonas Jonasson (Valeria Auzino)

 

Quasi vent’anni della lepre. L’anno della lepre di Arto Paasilinna (Valentina Ghidini)

 

Il caso di Humbert e la sua «ninfetta». Lolita di Vladimir Nabokov (Ludovica Santoro)

 

«La passione invita alle rotture». Il Dottor Živago di Boris Pasternàk (Jacopo Orlando)

 

I manoscritti non bruciano. Il Maestro e Margherita di Michail Bulgakov (Elena Gazzin)

 

Asia

Uno, nessuno e centomila Mani. Il signor Mani di Abraham Yehoshua (Sara Ibrahim)

 

Un viaggio tra le strade di Gerusalemme. Qualcuno con cui correre di David Grossman
(Margherita Vecchiati)

 

«Volevo diventare un libro». Una storia di amore e di tenebra di Amos Oz (Giorgio Berruto)

 

Scelte che segnano il proprio destino. Il cacciatore di aquiloni di Khaled Hosseini (Heidi Iuorno)

 

Un libro per cui uccidere. I versi satanici di Salman Rushdie (Raffaele Deantoni)

 

Casi letterari e venti monsonici. Il dio delle piccole cose di Arundhati Roy (Giulia Di Girolamo)

 

«Puttana a chi?!? Puttane sarete voi!». Mogli e concubine di Su Tong (Valentina Ghidini)

 

La storia della Cina nel sorriso di un vecchio. Vivere! di Yu Hua (Margherita Vecchiati)

 

Oggi vi racconto di me. Confessioni di una maschera di Yukio Mishima
(Stefano Maschio)

 

Un elegante scrittore nell’incantato Oriente. Bellezza e tristezza di Yasunari Kawabata (Ivana Carnevale)

 

The bird has flown. Norwegian wood. Tokyo blues di Haruki Murakami
(Samuele Parravicini)

 

Banana genshō. Kitchen di Banana Yoshimoto (Valentina Ghidini)

 

Oceania

 

Il diciottesimo capitolo. Picnic a Hanging Rock di Joan Lindsay (Sofia Scartezzini)

 

L’amore è una scommessa d’azzardo. Oscar e Lucinda di Peter Carey (Heidi Iuorno)

 

Amiche: finché morte non ci separi. La stanza degli ospiti di Helen Garner (Stefano Maschio)

 

Rancori e pregiudizi in Australia oggi. Lo schiaffo di Christos Tsiolkas (Silvia Vincelli)

 

Autobiografia della salvezza. Un angelo alla mia tavola di Janet Frame (Francesca Zara)

 

INDICI

 

Indice degli autori

 

Indice dei titoli

 

Inserto iconografico a colori delle copertine alle pp. I-LXXX